“LA COLPA è la storia un “uomo qualunque”, Tonino, che si ribella e si dimena dal terrazzo di casa propria, utilizzato come un pulpito per richiamare l’attenzione di chi lo ascolta e denunciare, in chiave brillante e amara allo stesso tempo, complotti e furberie perpetrate tra l’indifferenza di un mondo senza’ anima. Una “voce del Sud” per denunciare, tra rabbia e frustrazioni, un complotto: “il complotto dei fetenti”. Un complotto che lo tiene in vita ma che, allo stesso tempo, lo consuma. Tonino conosce i nomi; sa, e rivela infine, di chi è la colpa di tutto il malessere di questo Paese!”